Diagnostica di disfunzione erettile: cosa e come

L’impotenza può verificarsi per diversi motivi. Oggi esistono diversi metodi per la diagnostica di questa malattia. Quindi non essere sorpresi se il medico prescriverà passare diverse procedure diagnostiche per la diagnosi, e solo dopo prescrive il trattamento adeguato.

Prima di tutto, alla consultazione iniziale, il medico studia la Sua anamnesi, cioè i dati primari, la tessera sanitaria, la Sua età, stile di vita. Il medico è obbligato a tenere un completo esame medico. Farà anche domande circa i rapporti sessuali. A prima vista, queste domande possono sembrare strane e non sempre comode, ma il medico deve conoscere tutti i dettagli che insieme possono svolgere un ruolo fondamentale nel trattamento. Ecco esempi di domande:

  1. Ha preso ultimamente eventuali farmaci?
  2. Spesso si verificano manifestazioni depressive, paura, ansia o apatia?
  3. Da quanto tempo si manifesta impotenza?
  4. Come e quando avete sentito l’impotenza per la prima volta, con una costante compagna o no?
  5. Frequenza delle erezioni, la loro qualità e quanto dura un rapporto sessuale?
  6. Sempre soddisfa partner sessuale?
  7. Quanti avete partner sessuali, in rapporti sessuali con chi appare erezione, e con chi no?

Non essere sorpreso se il medico chiama Sua partner per il consiglio, in alcuni casi, proprie lei conosce la causa del Suo problema.

Dopo l’esame e la raffinatezza di tutti i dati, il medico può attribuire un ulteriore esame:

  • Esame del sangue. Le analisi del sangue sono diverse: emocromo viene assegnato per chiarire tutti i processi che avvengono nel corpo umano. Esame emocromocitometrico può rivelare l’anemia e una serie di altre malattie che possono influenzare lo sviluppo di impotenza. È inoltre possibile donare il sangue per l’esame del fegato e dei reni. Questi test possono rivelare la dipendenzadi impotenza dalle malattie dei reni e del fegato. Analisi del sangue per grassi determina il livello di colesterolo nel sangue. Se le registrazioni cliniche dei grassi determinano un alto livello, questo può portare a disturbi della circolazione del sangue nel pene, con la conseguenza che si sviluppa la disfunzione di erezione. Il sangue per gli ormoni indica il livello di testosterone nel sangue degli uomini.

  • Esame della tiroide. La tiroide è responsabile per la produzione di molti ormoni. Proprio lei è responsabile per la produzione di ormoni sessuali, se vengono prodotti più o meno ormoni, questo può anche portare a impotenza.
  • Urina. Questa analisi si fa per chiarire il livello di proteine, zuccheri e testosterone nel corpo. Se il loro numero non è la norma, anche questo può portare a malattie dei reni e causare impotenza.
  • Scansione fronte-retro Duplex – con l’aiuto di ultrasuoni esamina tessuti, determina il livello della circolazione sanguigna, anche monitora i vasi sanguigni e le loro pareti. Questo esame è il più efficace nell’individuare l’impotenza. Esso si svolge in due fasi: in prima fase l’organo sessuale viene esaminato all’erezione, in seconda fase – nello stato di rilassamento
  • Riflesso bulbocavernoso. Eseguono una verifica delle fibre nervose del pene. Il medico afferra la testa del pene e ripercorre la contrazione di alcuni muscoli. A seconda della frequenza e della durata delle contrazioni si può giudicare la sensibilità del pene.
  • Diagnostica di erezione di notte. Avviene una verifica dell’erezione durante la notte con l’aiuto di uno speciale apparecchio. Di notte gli uomini possono sentire circa 4 erezioni. Se questo non accade, la causa può essere una cattiva circolazione sanguigna del pene. Per l’esame usano misura di circonferenza del pene e l’attaccamento alla sua base cerniere in metallo, per la loro tensione si può giudicare la erezione di notte.
  • Biotesiometria si applica per la determinazione della sensibilità del pene con l’aiuto di vibrazioni. Se è identificato basso livello di vibrazione – si può parlare di danno delle terminazioni nervose.
  • Diagnostica con iniezioni implica l’introduzione di speciali iniezioni vasoactive per provocare un’erezione. Questa sostanza è in grado di fornire un afflusso del sangue all’organo sessuale, tanto più che diagnostica il livello di erezione.
  • Esame con cavernosometria d’infusione è un’introduzione alla vasi del pene un colorante. Utilizzando la definizione di pressione, in cui il pene si presta erezione, è possibile capire il livello di perdita venosa
  • Cavernosografia si tiene insieme con cavernosometria dinamica d’infusione. Durante questo esame, nel pene viene somministrata una speciale sostanza radiotracciante. Con l’aiuto di questa tecnica, dopo aver studiato radiografia del pene eretto, il medico rileva la presenza e il grado di perdita venosa
  • Arteriografia. Questo metodo viene utilizzato per determinare lo stato delle arterie in interventi chirurgici
  • Questa diagnostica individua il cancro alla prostata. Secondo i risultati si può dire sulle principali infezioni e modifiche della prostata, che può anche manifestarsi come sintomi di impotenza

Prima di inviare i pazienti in esame, il medico spiega in che cosa consiste. Se qualcosa non è chiaro, fa domande senza scrupoli. Il medico curante risponderà a tutte le domande.

Medical form on a table, diagnosis erectile dysfunction

Share